Argentina, Viaggi

Viaggio in Argentina – l’andata

Sono già passati 2 anni dal mio viaggio in Argentina, eppure, mi sembra ieri.
Il mio compagno e i suoi genitori si trovavano già là quindi ho dovuto viaggiare da sola.
E io ho paura dell’aereo.
I miei mi hanno accompagnato a Malpensa e sono rimasti con me fino ai controlli, dopodiché mi sono ritrovata da sola con la mia ansia e la voglia di arrivare dall’altra parte del mondo.

• Primo volo: Milano – Madrid
Il viaggio è stato abbastanza noioso. I posti erano 3 per lato ed io ero seduta sul lato corridoio, di fianco a me una coppia che ha amoreggiato tutto il tempo. Ho passato il tempo leggendo la rivista della compagnia mentre pensavo ai miei piedi che si stavano gonfiando.

• Madrid-Barajas
Arrivata a Madrid mi sono accorta che il terminal dove dovevo andare per prendere l’altro aereo si trovava nel lato opposto dell’aeroporto e, dopo aver camminato una ventina di minuti, sono arrivata al gate con largo anticipo, prendendomi poi tutto il tempo per mangiare qualcosa tranquilla.

 • Secondo aereo: Madrid – Buenos Aires
Per fortuna si era già fatta mezzanotte e stavo morendo di sonno. Il tempo di cenare e mi sono addormentata. Mi sono svegliata un sacco di volte perché, si sa, dormire in aereo non è che sia proprio tutta questa comodità. Ogni tanto provavo a fare qualcosa per distrarmi come cruciverba o guardare film ma sempre col sonno in agguato.
Finché mi son svegliata e ho trovato la luce del giorno. Ho guardato il monitor di fronte a me per vedere sopra a quale posto del mondo stessimo volando e ho visto che eravamo nei pressi del Brasile.
Mi sono illusa inutilmente perché mancavano altre 4 ore. Allora, per passare il tempo, mi sono messa a chiacchierare un po’ col ragazzo seduto di fianco a me e ci siamo raccontati i motivi del nostro viaggio.
Dopo aver fatto colazione è iniziato l’atterraggio.

 • Buenos Aires-Ezeiza
Fortunatamente mi ero vestita a strati perché sono partita con l’inverno e arrivata in piena estate. Mi trovavo in un altro paese, con una lingua diversa dalla mia (che capivo bene ma non avevo mai praticato) e sola. Con calma ho fatto tutto: recuperato la valigia e passati i controlli, fino a trovarmi davanti alla porta di uscita. Mi sono fermata, ho fatto un respiro profondo e sono ripartita. Mi sono ritrovata con tantissima gente che stava aspettando che qualcuno a loro conosciuto passasse quella stessa porta. Ho iniziato a guardarmi intorno in cerca del mio compagno, ed improvvisamente eccolo lì che stava venendo verso di me, emozionato. Ci siamo stretti in un abbraccio fortissimo e, in quell’abbraccio, ho sentito di essere esattamente nel mio posto nel Mondo, ovunque ma insieme.

E lì mi ha presa per mano e mi ha portato alla scoperta della sua meravigliosa terra.

[…]

 

Un pensiero riguardo “Viaggio in Argentina – l’andata”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...