Il primo giorno di scuola. Nel 1995 ed oggi.

Nonostante siano passati ormai 25 anni, ricordo ancora chiaramente il primo giorno di scuola. Mi trovavo insieme a tutti i bambini della prima elementare in aula magna: facevo parte di un cerchio enorme e dietro di me c’era mia mamma mentre al centro si trovavano le maestre. È stato l’entusiasmante inizio di una nuova avventura, tra canzoncine e balletti. Ho impresso il momento di disagio nel quale mi sono girata imbarazzata verso mia mamma quando tutti si sono messi a cantare una canzoncina che io non conoscevo. Lei mi ha sorriso ed io mi sono rilassata.

Oggi, guardando un servizio al tg sul primo giorno di scuola, mi sono emozionata rivivendo quei momenti (e realizzando quanto tempo sia passato!). Chissà come l’hanno vissuto i bambini? Cosa ricorderanno di questo giorno tra 25 anni? Spero solo che si siano sentiti tutti a proprio agio e ben accolti, anche senza una persona cara al proprio fianco per avere un po’ di incoraggiamento.

Anche io in questi giorni ho vissuto un primo giorno di scuola. Che forse la parola scuola non sarà corretta ma è un’esperienza che fa sicuramente parte della scuola della vita. Mia figlia Camilla, di un anno, ha iniziato l’asilo nido. I primi giorni vengono definiti di ambientamento, proprio perché i bimbi abbiano la possibilità di familiarizzare col nuovo ambiente, i nuovi compagni e la maestra. Fortunatamente ho potuto essere presente, nel rispetto delle norme anti-Covid, quando lei cercava il mio sguardo. Anche perché da quando non mi fermo più ci sono dei momenti tragicomici, ma questa è un’altra storia e te la racconterò nei prossimi giorni.

Ci tengo a specificare che le parole che ho scritto arrivano dal cuore e non vogliono assolutamente essere di polemica. Di quelle ce ne sono già abbastanza che arrivano da ogni parte per ogni cosa. Sono semplicemente parole di nostalgici ricordi messi a confronto con la situazione attuale.

Un inizio, seppur diverso, è comunque un passo verso il futuro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *